Tag

, , , ,

Sono stata alla casa in collina. La bellezza dei giardini di campagna è commovente. Mancavo da mesi. Il vicino si è diligentemente preso cura del suo campo: in modo puntuale avrà provveduto a rivoltare il terreno e anche a seminarlo, dunque l’aspetto di quel lato verso la valle è quello che ho imparato ad aspettarmi ogni volta che arrivo. C’è invero una novità: due tralicci della corrente elettrica, per fortuna abbastanza distanti per doversene rammaricare.

Il sorbo degli uccellatori, quello che credevo morto, ha delle foglioline alla base del tronco. Si riprenderà? Dovrà fare i conti con l’andamento delle prossime stagioni, e con il suo essere capitato in un giardino di campagna, dove la mano dell’uomo sulle piante che si coltivano solo per abbellimento è una mano leggera, di chi impiega tutto il suo tempo nell’orto oppure di chi come me vi si reca solo per vacanza.

Poteva essere più fortunato il sorbo, che so, capitare in un giardino coccolato di un collezionista botanico, di un proprietario attento ad ogni piccolo spostamento di ogni singola foglia delle piante ospiti del suo giardino. Ma è proprio questo giardino libero che riserva emozioni così grandi da far tremare il cuore. Come una siepe di lillà di cui nessuno ha cura, carica di fiori che meravigliosi e morbidi ondeggiano al vento, in una danza che si starebbe a guardare per ore in un giorno in cui si è deciso di non pensare ad altro che a quello che è al di fuori di se stessi…

Seguitemi su:
https://delizieingiardino.wordpress.com
https://www.instagram.com/delizieingiardino
https://www.facebook.com/delizieingiardino

http://www.palazzotartaglione.it
https://www.facebook.com/palazzotartaglione

Annunci