Tag

, ,

pesto_avocado_basilico

I frutti dell’avocado non li scorgi subito sull’albero… devi farci un po’ l’occhio a distinguerli tra le fronde rigogliose. Si mimetizzano in mezzo alle foglie, scure e lucenti pure loro! Devi fermarti un attimo, aguzzare la vista, finché non ne avvisti prima uno, poi due, tre… Caspita, quest’anno più di venti! Che regalo! A meno che l’esemplare non abbia almeno un compagno di gruppo fiorale diverso, pare infatti che la produzione possa risultare anche molto esigua.

Raccolti ancora sodi, bisogna attendere qualche giorno prima che maturino. E’ assolutamente necessario aspettare che sia il momento giusto prima di tagliarli e pelarli, altrimenti si rischia di perderli. Si tastano con delicatezza per controllare che siano abbastanza morbidi su tutta la superficie. L’attesa ci rende quasi trepidanti… ma quando è arrivato il momento giusto, allora possiamo liberare tutta la nostra creatività e lasciarci guidare dalla versatilità di un ingrediente che si presta alle preparazioni più fantasiose!

Io preferisco comunque mantenermi sul classico, e preparare piatti che possano essere graditi a tutta la famiglia. Visto allora che il basilico sul balcone non manca, ma che non è neanche giusto privarsene del tutto, un pesto all’avocado e basilico è quello che ci vuole! L’avocado infatti fa massa, rendendo abbondante e  cremoso il condimento e conferendo al pesto un sapore più gentile… assolutamente da provare!

Spaghetti al pesto di avocado e basilico

Ingredienti (per 4 persone) – 500 g spaghetti o vermicelli (io preferisco questi ultimi); 2 avocadi, un pezzetto di parmigiano, una manciata di basilico, una manciata di pinoli, 2+1 spicchi d’aglio, 7/8 pomodorini, sale, olio evo.

Esecuzione – Soffriggere uno spicchio d’aglio in un giro di olio e saltare i pomodorini tagliati in due o quattro parti e salati. Preparare il pesto frullando la polpa degli avocadi, il basilico, i pinoli, il parmigiano, l’aglio, il sale e l’olio. Cuocere al dente gli spaghetti in acqua salata, condire col pesto (diluito all’occorrenza con dell’acqua di cottura) e decorare i piatti con i pomodorini.