Tag

, , , , ,

pomodori_secchi

Non possiamo davvero lasciare che questo mese trascorra senza aver preparato qualcosa di speciale con i pomodori. E per me, nella loro semplicità, i pomodori secchi sott’olio, sono veramente speciali!

Se non li avete nell’orto, li trovate ora a pochi centesimi il chiligrammo. E dunque, con una spesa minima e sfruttando l’energia delle ultime giornate di sole (non preoccupatevi se avete pioggia, ho controllato il meteo: venerdì tornerà l’estate!) vi ritrovate una conserva deliziosa sia da consumare che semplicemente da guardare sulle mensole della vostra cucina.

Per ricavarne un barattolo vi servirà da 1 Kg a 1 Kg e mezzo di pomodori. Io uso la varietà San Marzano, quella che usavamo tanti anni fa, quando preparavamo in casa la passata di pomodoro che sarebbe servita l’intero anno. In molte case dalle mie parti si prepara ancora (la mia amica Francesca ha addirittura portato con sé questa tradizione fino in Germania!). Io mi accontento ora di piccole quantità di conserve che soddisfano ugualmente la mia vista, le mie mani, il mio cuore e il palato… mio e degli altri!

pomodori_secchi_sott'olio

I pomodori vanno tagliati per metà, cosparsi di poco sale e posti su una teglia o su un vassoio che si avrà cura di tenere al sole per il maggior numero di ore possibile. Per darvi un’idea, i miei pomodori sono stati al sole quattro giorni; adesso che le ore di sole sono intervallate anche da qualche pioggia, ci vorrà qualche giorno in più. Quando i pomodori saranno diventati come quelli nella foto in alto, sono pronti per essere messi in barattolo (sterilizzato) insieme ad olio extra vergine e foglioline di basilico, per restare sul classico, o di menta per provare un accostamento diverso ma, fidatevi, altrettanto riuscito!

pomodori_secchi_sott'olio_menta