Tag

, , , , , ,

raccogliere_conservare_semi

Non so se sia più bello raccogliere o piantare i semi…

Certo è che quando il ritmo delle giornate comincia a rallentare e iniziamo a godere di lente passeggiate nella natura, io non posso fare a meno di fermarmi a controllare se sia già arrivato per questa o quell’altra pianta il tempo di regalarmi la sua promessa di una nuova primavera. E così comincio a riempirmi tasche e borsa di semi grandi e piccoli, chiari e scuri, che cerco di dividere alla men peggio tra i vari scomparti che ho a disposizione, cercando di tenere a mente a quale pianta appartengano e ripromettendomi di sistemarli ognuno nella sua bustina appena ritornata a casa.

Approfittate sempre del tempo che trascorrete con i vostri bambini per attirare la loro attenzione verso le piccole grandi cose che la natura ci dona. Osservare le differenze fra i vari semi, raccoglierli, conservarli, piantarli, e sperimentare poi come da essi nascano delle nuove piantine li abitua a fare più attenzione alle cose che li circondano ed ai cambiamenti dovuti al passare del tempo e delle stagioni. Basta così poco per appassionarli quando è complice la natura!

Brevi note su quando e come raccogliere i semi. La raccolta avviene tenendo conto della modalità di liberare i semi da parte dei frutti, i quali si suddividono in deiscenti (quando a maturazione si aprono lasciando cadere i semi) e indeiscenti (se una volta maturi non si aprono spontaneamente). Nel primo caso bisogna raccogliere i semi poco prima che questi cadano separandosi dal frutto, nel secondo caso bisogna estrarli rompendo il frutto che li contiene. Ad ogni modo, la regola è raccogliere i semi quando risulta facile staccare loro o il frutto che li contiene dalla pianta, cioè a piena maturazione.
Per quanto riguarda la conservazione, utilizzate delle bustine di carta o plastica o dei vasetti o bottigliette su cui avrete scritto il nome della pianta e la data di raccolta. Assicuratevi che i semi e i recipienti che utilizzate siano completamente asciutti prima di riporli per evitare la formazione di muffe.