Una camelia in vaso

Tag

, , ,

camellia_maliflora

Dicono che la camelia non sopporti di essere costretta in vaso per più di 3 anni. Sarà, e ne ho fatto esperienza più volte io stessa. Ma è ancora troppo freddo per immaginare di poter godere in futuro della sua fioritura in giardino. Lì i lavori primaverili sono in verità già cominciati, ma non c’entra, la fatica fisica riscalda… Ci ammazziamo per riparare ai danni di rampicanti troppo invadenti, quasi ci rimettiamo le penne in una crisi asmatica provocata dal tentativo di eliminare le foglie appassite della fatsia, ci anchilosiamo (ginocchia a terra) per estirpare le erbacce dagli interstizi del basolato in cortile… Ma non possiamo mica già starcene seduti su di una panchina a contemplare la bellezza di piante e fiori? Magari scendiamo a raccogliere limoni per le nostre torte e arance per le spremute ai bambini, ma poi filiamo su, e magari accendiamo pure un po’ il camino, oppure approfittiamo della fiamma del forno a legna.
Quindi no, la fioritura di questa camelia voglio godermela proprio tutta qui in terrazzo, ogni volta che salirò le scale e sarà la prima presenza viva che mi accoglierà. Per questo, studierò bene la grandezza del vaso in cui trapiantarla, il terriccio e le cure che le serviranno, e se per caso non le andrà bene, pazienza, avrà già assolto il suo compito di compagna invernale degli ultimi due anni, e se dopo l’ultimo anno che le é stato diagnosticato in vaso vorrà andare via, bé, me ne farò una ragione.

camellia_maliflora_2

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 1.087 follower