Tag

, , , , ,

A dirvela proprio tutta, in principio era questa composizione che doveva essere la mia corona dell’Avvento. Ma dopo aver sistemato gaultheria e conifere nella ciotola e cercando invano un modo per sistemare le candele in modo che le foglie delle piantine (vive!) non venissero danneggiate dalle fiammelle, ho pensato che forse sarebbe stato meglio farsi venire un’altra idea per la corona!

Intanto però ho rimediato una composizione natalizia molto suggestiva, sicuramente per quelle mini conifere che fanno la parte di tanti piccoli alberelli di Natale, e anche per quelle pigne messe qui e lì sul terriccio a riempire i vuoti, ma soprattutto per quelle fantastiche bacche di gaultheria che fanno tanto Natale!

Questa volta però con la gaultheria ho fatto le cose per bene, dato che, sapete, si tratta di una piantina abbastanza permalosa, che mal sopporta anche il minimo errore. Vediamo se questa volta riesco a trattenerla in vita un pò più a lungo o se devo inserire anche lei, insieme a quell’antipatica di peonia, nel libro nero delle piante che, giuro, non comprerò mai più! :-)

Dunque, ho acquistato del terriccio per acidofile che dovrebbe piacerle molto e mi sono ripromessa di stare molto attenta a non bagnarla troppo, nè a lasciare che il terriccio si asciughi mai del tutto. Per il resto mi affido alla fortuna, e magari però nel frattempo comincio un training autogeno che mi prepari all’eventualità di vederla seccare improvvisamente! :-) Nel frattempo metto questa composizione in bella vista sul tavolino in terrazzo – e non in casa dove c’è una temperatura troppo alta che non va assolutamente bene nè per gaultheria nè per le conifere - in modo che possa guardarla la mattina appena alzata, mentre facendo colazione mi ricordo che tra appena due settimane sarà Natale!

About these ads